Speciale Elezioni 2012: i programmi dei giovani parte 1

img virgilioblog.jpgQui non si tratterà di cosa propongono i principali candidati sindaci, la stampa nazionale e locale ne parlerà già abbastanza, però vorrei dare visibilità a due (o più eventualmente) giovani candidati per due schieramenti differenti per vedere quali sono le loro idee per il futuro di Verona. Per ragioni di tempo e conoscenze sono riuscito a dare spazio solo a pochi, ma questo blog non ha finalità politiche, piuttosto di cronaca locale così per chi volesse proporre i propri programmi può scrivermi e darò volentieri spazio a tutti. 

Nella parte seconda e terza di questo speciale i candidati intervistati saranno due: Damiano Fermo per il PD e Alex Mastini in appoggio al candidato Tosi.

Speciale Elezioni 2012: cosa dice la gente

img virgilioblog.jpgDomenica mattina presto, circoscrizione di San Michele Extra; il clima elettorale è poco presente, se non completamente assente. C’è poca affluenza, ma Carlo e un gruppo di suore sono arrivati per primi. 

Rispetto al passato dicono che non c’è molto entusiasmo per un atto che dovrebbe essere la massima espressione del desiderio democratico di un cittadino comune. Il clima politico nazionale non aiuta di certo a mettere entusiasmo, però sembra che la gente più che votare sia venuta a mangiare un gelato o a fare una qualsiasi altra cosa che farebbe in una giornata senza impegni, manca visibilmente la convinzione di poter cambiare le cose con il proprio voto.

Alla fine come accade in una canzone di Gaber va a finire che si va a votare per rubare la matita della cabina elettorale.

Verona si prepara alle elezioni comunali

img virgilioblog.jpgVerona è una delle città principali in cui si andrà a votare per scegliere il nuovo sindaco, una delle piazze più ambite per le coalizioni che si sono formate nell’ultimo periodo. Si andrà alle urne domenica 6 maggio dalle 8.00 fino alle dieci di sera e lunedì 7 maggio, dalle 7.00 alle 15.00. In caso di ballottaggio si tornerà a votare anche domenica 20 maggio e lunedì 21 sempre con gli stessi orari.

Ecco i candidati:

  • Flavio Tosi sostenuto da Lega Nord e sette liste civiche: la Civica per Verona, Pensionati, Fratta Pasini, Alleanza per Verona, Giovani, Verona è vita e Partito delle aziende. 
  • Luigi Castelletti, candidato ufficiale del centrodestra sostenuto da Pdl, Fli, Udc, Nuovo Psi e una lista civica. 
  • Michele Bertucco sostenuto dal centrosinistra, Pd, Sel, Fds, Psi e Idv con liste civiche Piazzapulita e Forti per Verona.
  • Gianni Benciolini per il Movimento 5 stelle
  • Luca Castellini per Forza Nuova
  • Patrizia Badi per Veneto Stato 
  • Ibrahima Barry, primo candidato immigrato, cittadino italiano dal 2009.

A Novembre partono i lavori per il Filobus a Verona

4198809783.jpgPrima la Tramvia, poi vari progetti di trasporto pubblico sono stati proposti per il centro di Verona. Alla fine, è stato presentato ieri (2 maggio) a Palazzo Barbieri l’accordo relativo alle specifiche tecniche sul nuovo filobus che attraverserà Verona da qui a tre anni. Entro la fine di questo mese la Provincia concluderà l’iter per la valutazione sull’impatto ambientale dell’opera, poi si procederà con la firma del contratto e a novembre partiranno finalmente i lavori.

La flotta mezzi sarà composta di 38 bus da 18 metri ciascuno con una capienza di 140 passeggeri. I nuovi filobus avranno fili elettrici fuori città mentre nel centro storico saranno alimentati da un generatore Diesel Euro 6 (il primo in Italia). Le tratte che copriranno il territorio comunale saranno due: la prima San Michele – Stadio e la seconda Borgo Roma – Ca’ di Cozzi, per un totale di 23,8 chilometri.

Nonostante non si tratti di Tramvia (il progetto inizialmente approvato dalla giunta Zanotto), Verona riceverà ugualmente un finanziamento statale per l’opera pari al 60% del totale.

La riqualificazione della zona universitaria

img virgilioblog.jpgDa poco si è conclusa la prima fase del recupero delle ex caserme Passalacqua e Santa Marta, ora dedicate a nuovi spazi per l’università di Verona.

Al momento si è proceduto con la bonifica ambientale e bellica e si sta procedendo per realizzare il più grande parco pubblico della città, il campus universitario, alloggi residenziali per le fasce più deboli e un polo sportivo con vari servizi per il quartiere.
Il programma urbano per questa riqualificazine sarà a costo zero per l’amministrazione comunale perchè è realizzato con un finanziamento regionale per i progetti di housing sociale di 10 milioni di euro e con il contributo di partner privati individuati tramite bando pubblico, aggiudicato a 31, 6 milioni di euro. 

Mobilità ecologica a Verona

img virgilioblog.jpgDa alcuni mesi sono partite alcune iniziative ecologiche senz’altro positive per Verona. La prima iniziativa è quella del bike sharing.

Da oggi 26 aprile sarà possibile prelevare le bici del nuovo servizio in tre nuove postazioni: l’Ospedale Civile Maggiore, Porta Vescovo stazione e Porta Vescovo piazzale. Ad oggi le bici del bike sharing in circolazione per Verona sono 230.

Verona, che ad oggi è la terza città più inquinata d’Italia ha quindi una cosa positiva in più in tema ambientale. In ottica delle prossime elezioni poi si parla anche di Filobus, Car sharing elettrico, blocco del traffico, monitoraggio delle emissioni industriali e dei riscaldamenti, ma anche di rifiuti e Ca’ del Bue. Tutti progetti che presi singolarmente potrebbero avere una certa valenza per diminuire l’inquinamento della città.

Preistoria Festival 2012

img virgilioblog.jpgOrmai al suo quinto anno, il Preistoria Festival si svolgerà per un intero mese dal 5 maggio al 3 giugno presso la Grotta di Fumane dove sono stati trovati resti di epoche preistoriche e che a breve anche su Sky avrà un documentario dedicato a questo sito storico della provincia di Verona. Il preistoria festival avrà in programma attività didattiche, conferenze, rappresentazioni teatrali e le famose “notti magiche in grotta”. Ecco il programma:

  • Il 5 maggio alle 20.30 nella sala del teatro di Breonio si terrà la rappresentazione teatrale “Tra storia e preistoria”
  • Venerdì 11 maggio dalle 21.30 alle 22.45 circa si terrà la prima “notte magica” in cui nel buio e nell’atmosfera silenziosa della grotta, si cercherà di far capire l’atmosfera del passato grazie a suoni di animali e altri rumori che gli uomini della preistoria udivano nelle loro notti. 
  • Sabato 12 maggio si terrà invece la conferenza sul tema “La grande guerra: una storia nel ghiaccio. Ricerca scientifica e memoria collettiva sulle montagne del trentino”.
  • Sabato 19 maggio ci sarà la seconda notte magica in cui l’archeologo Alberto Castagna spiegherà la vita e le culture dell’uomo preistorico che visse nella Grotta di Fumane il tutto accompagnato da momenti musicali.
  • Sabato 26 maggio è in programma la terza notte magica durante la quale l’attore Andrea de Manincor proporrà un racconto dentro il sito archeologico.
  • Domenica 3 giugno, l’ultima giornata della manifestazione vedrà una serie di attività ludico-didattiche nelle corti della frazione di Molina, giochi, laboratori e intrattenimento per grandi e piccini.

I cibi tipici di Verona: La Pastissada de Caval (la ricetta)

img virgilioblog.jpgCome scritto nell’ultimo articolo di qualche giorno fa, questo piatto tipico di Verona ha origini antiche ed è consigliato soprattutto nei periodi invernali quando fuori fa freddo. Ecco qui la ricetta per preparare la pastissada:

 

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg.di polpa di cavallo
  • 3 chiodi di garofano
  • 1 kg. di cipolle bianche
  • 2 carote
  • 1 litro di Valpolicella
  • alloro
  • cannella
  • noce moscata
  • 1 bicchiere di olio
  • sale

Preparazione

Questo piatto andrebbe preparato almeno con due giorni di anticipo perchè aspettando parecchie ore e cuocendo in più riprese diventa tutto più buono e saporito.

Per prima cosa (in teoria il primo giorno), rosolare le cipolle tritate con l’olio e la carne di cavallo a pezzetti; aggiungere chiodi di garofano, carote a pezzetti, alloro, cannella, noce moscata e infine il vino rosso fino a coprire completamente il preparato. Un volta raggiunta l’ebollizione far cuocere a fuoco lento per circa due ore.

Il giorno dopo, facendo sobbollire la pastissada per altre ore a fuoco lento, la carne comincerà a disfarsi amalgamandosi insieme alle verdure.

Il terzo giorno sarebbe quello perfetto per servire in tavola quindi scaldare tutto nuovamente e accompagnare il piatto con polenta oppure per condire gli gnocchi di patate.

 

I cibi tipici di Verona: La Pastissada de Caval (la storia)

img virgilioblog.jpgLa pastissada ha origini lontane, al tempo dei Longobardi, in particoare nasce attorno al periodo tra il 569 e il 572 quando Alboino, primo re del Longobardi, risiedeva a Verona, a quel tempo sotto assedio da molti nemici della città. Durante uno di questi, i cavalieri delle due parti si scontrarono duramente fuori le mura e lasciarono sul terreno molti cavalli uccisi. La popolazione che era rimasta senza rifornimenti di viveri, decise che era il caso di trovare un modo di utilizzare la carne di cavallo per sfamarsi; deciserò così di conservarla sotto vino miscelato ad erbe aromatiche e poi abbinò questo piatto alla polenta. Da allora una delle pietanze più tipiche di Verona è la Pastissada de Caval (tradotta dal dialetto come “pasticciata di cavallo”).

I piatti tipici di Verona: il risotto all’Isolana

risotto.jpgIl risotto è uno dei piatti da provare se venite a visitare Verona, in particolare una delle ricette più famose è quella del risotto all’Isolana che non ha niente a che vedere con il pesce, ma prende il nome da uno dei paesi vicino al capoluogo: Isola della Scala. Tutti gli anni c’è anche una fiera enogastronomica dedicata a questo piatto, la fiera del riso che si tiene in questo paese di provincia, ma che accoglie migliaia di persone ogni giorno.

Ingredienti (per 4 persone)
– 400 gr. di riso Vialone Nano Veronese.
– 0,8 litri di ottimo brodo.
– 80 gr. di vitello magro.
– 80 gr. di lombata di maiale
– 60 gr. di burro.
– 60 gr. di formaggio grana o parmigiano.
– pepe, sale, cannella e rosmarino q.b.

Come si prepara 
Tagliare la carne a dadini, condire con sale e pepe macinato fresco, lasciar riposare per un’ora. Fondere il burro, mettere un rametto di rosmarino e rosolare la carne. Cuocere a fuoco lento fino a completa cottura della carne e poi togliere il rosmarino dal preparato. Far bollire il brodo, aggiungere il riso, cuocere a fuoco lento fino a che il riso non avrà assorbito tutto il brodo (cercare di tenere il riso abbastanza al dente).
Aggiungere il condimento fatto in precedenza.
Completare il risotto all’isolana con formaggio grana mescolato con la cannella in polvere.