Auto storiche a Verona

img virgilioblog.jpgQuesta domenica, l’8 Maggio si svolgerà a Verona la dodicesima edizione del Gran Premio Città di Verona. Per appassionati e non sarà l’occasione per vedere da vicino auto rare d’epoca e storica. L’evento è patrocinato dal comune di Verona ed è organizzato dall’Historic Cars Club. Partendo da Castelvecchio, il percorso passerà da Torricelle, Val d’Adige fino ad arrivare sul lago di Garda e poi ancora a Verona con arrivo in Piazza dei Signori. Il percorso è stato studiato molto bene per dare importanza non solo alle auto storiche, ma anche alle bellezze artistico culturali di Verona e provincia. Per chi vuole partecipare (come spettatore ovviamente) la manifestazione comincerà attorno alle ore 13.00 quando sarà possibile vedere le auto esposte.

SolarExpo e GreenBuilding in fiera

img virgilioblog.jpgDa oggi comincia presso VeronaFiere una delle mostre/convegno che promettono molto bene per il futuro. Si tratta di SolarExpo e GreenBuilding. Sono due fiere dedicate rispettivamente alle energie rinnovabili e all’efficenza energetica e architettura sostenibile. Già rispetto all’anno scorso sembra che gli espositori e i visitatori siano in aumento, molto probabilmente grazie al recente boom di entrambi i settori di interesse delle due mostre. Per GreenBuilding e SolarExpo a Verona ci saranno 1400 espositori, 40 nazioni, un tasso di internazionalità del 40%, 11 padiglioni, 130mila mq di esposizione e 70mila visitatori attesi per quella che è la più importante kermesse italiana legata al mondo della sostenibilità.

Verona con queste due fiere si dimostra aperta alla Greeneconomy, sarebbe bello che la città fosse più attiva anche in modo diretto con nuove iniziative.

Lago di Garda unica regione

img virgilioblog.jpgOgni tanto se ne parla, però penso mai abbastanza. Di fatto, esiste una regione italiana che non viene indicata sulle cartine geografiche, la regione del Garda. Verona è senza dubbio una delle città storiche più importanti d’Italia (in teoria la quarta), se però guardiamo a Verona come un’area più vasta che comprende anche il Lago di Garda, la Valpolicella, le varie località montane e i paesini iscritti nella lista Unesco possiamo affermare che Verona è seconda solo a Roma e Venezia. L’offerta turistica di Verona ruota non solo attorno alla città, ma anche ad aree sotto i comuni di Mantova, Brescia e Trento. Se si potesse gestire autonomamente le politiche turistiche di questa ampia zona i benefici sarebbero sicuramente maggiori perchè ora la città passa in secondo piano rispetto a Venezia che riceve più aiuti e finanziamenti. Ogni tanto qualcuno a livello nazionale se ne accorge, infatti il ministro Brambilla ha annunciato che un fondo di 3,8 milioni di euro verrà destinato alla promozione di quest’area per i prossimi tre anni. Buone notizie, l’augurio è che si possa creare una vera e propria regione nei prossimi anni.