Carnevale di Verona

Schermata 01-2456309 alle 12.14.08.pngL’origine del Carnevale di Verona risale al 1531, anno in cui una grave carestia portò la città sull’orlo di una rivolta popolare: i fornai, infatti, per il continuo aumento del prezzo della farina si rifiutarono di produrre e vendere il pane scatenando l’ira del popolo. Uno dei quartieri maggiormente coinvolto nella rivolta fu quello di San Zeno, allora il più popolato e povero della città. Per riportare la calma fu nominata una commissione di cittadini facoltosi tra cui TOMMASO DA VICO, che ebbe l’idea di distribuire gratuitamente al popolo, l’ultimo venerdì prima della quaresima, pane, vino, burro, farina e formaggio.
Nel suo testamento il Da Vico lasciò il volere di continuare questa tradizione: da quì la nascita del Venardi Gnocolàr, con riferimento agli gnocchi che vennero in seguito distribuiti in piazza. Proprio all’anno 1531 si fa risalire la nascita della maschera tradizionale del carnevale di Verona: il PAPA’ del GNOCO… questa antica origine rende il Carnevale di Verona e la sua maschera i più antichi d’Italia. Il piatto tipico del Carnevale veronese sono gli GNOCCHI, conditi con burro fuso e formaggio grattugiato oppure con un sugo al pomodoro. Ma anche a Verona, come nel resto d’Italia, il carnevale si festeggia soprattutto con i dolci: frittelle, galani, crostoli, frittole e favette.

I festeggiamenti per il carnevale raggiungono il loro apice con la GRANDE SFILATA dei carri allegorici che il venerdì gnocolar (l’ultimo venerdì prima della quaresima) attraversano le principali vie cittadine il sotto l’occhio attento di 100mila spettatori di ogni età.

Nascerà l’area turistica Pedemontana

img virgilioblog.jpgL’unione fa la forza, questo ormai lo sanno tutti, però questa volta il proverbio riguarda una nuova area turistica da promuovere: la Pedemontana. 

Esiste un nuovo progetto regionale per valorizzare questa zona limitrofa a Verona e Lago di Garda e sono 137 le amministrazioni comunali coinvolte. E’ un progetto che interessa più di un milione di abitanti, 1,5 milioni di presenze e 2,5 milioni di arrivi all’anno e si prevede già che questi numeri aumentino di un trenta per cento nei prossimi tre anni. 

Nel veronese la Pedemontana comprende i seguenti comuni: San Martino Buon Albergo, Colognola ai Colli, Lavagno, Cazzano di Tramigna, Cerro, Grezzana, Illasi, Mezzane, Montecchia di Crosara, Monteforte, Roncà, San Giovanni Ilarione, Soave e Tregnago, Bussolengo, Fumane, Marano, Negrar, Pescantina, San Pietro in Cariano e Sant’Ambrogio.

Con il progetto regionale verrà costituita un’Associazione fra i Comuni del Veronese, verrà creato un portale web, verranno individuati degli itinerari da promuovere e valorizzare e infine verranno create applicazioni e altri strumenti di promozioni sia digitali che cartacei.

Turisti a Verona: ecco i primi dati 2010

Schermata 2010-09-27 a 00.44.57.pngCome sta andando il 2010 turistico a Verona? La Provincia fornisce alcuni interessanti dati relativi al periodo tra gennaio e luglio.
Numeri positivi:

Per l’intero territorio provinciale si registrano 1.950.106 arrivi per un totale di 7.634.219 presenze; un risultato più che positivo, che ha visto un incremento del 6,15% negli arrivi e del 4,04% nelle presenze, con raffronto allo stesso periodo dell’anno precedente. [..]

In particolare, il comprensorio del lago di Garda ha fatto registrare 1.279.864 arrivi e 5.956.408 presenze, con un incremento, rispettivamente, del 3,13% e del 2,63% rispetto all’anno precedente. [..] Ottimo trend anche per la città di Verona, che ha fatto registrare 367.480 arrivi e 822.228 presenze, con un incremento, rispettivamente, del 11,99% e 9,75% rispetto all’anno precedente.

I dati vedono crescite anche su aree meno turistiche della provincia, come est e pianura: risultati quindi incoraggianti e stimolanti per l’intero settore.

 

Festa del Riso a Isola della Scala

Schermata 2010-09-10 a 20.58.15.pngParte stasera una delle manifestazioni più attese dell’autunno veronese: la Fiera del Riso a Isola della Scala. 44 edizioni e una notorietà ormai nazionale, fino a metà ottobre avremo la possibilità di degustare il riso Nano Vialone Veronese Igp in modi creativi e gustosi.

Oltre agli spazi gastronomici, nell’adiacente area Risitaly verranno organizzati incontri, talk show, degustazioni guidate e molto altro ancora.

Gli stand sono a disposizione tutti i giorni: per ogni informazione cliccate qui sul sito ufficiale.

Le vacanze dei veronesi

vacanze-verona.jpgStavolta tocca a voi: parliamo di dove vanno in vacanza i veronesi.

Quindi raccontateci: che destinazioni avete? dove vorreste andare? e se rimanete in città dove cercate un pò di sano e meritato relax?

E se volete mandarci qualche scatto delle vostre ferie pubblicheremo con piacere 🙂

 

Benvenuti a Verona

Schermata 2010-07-06 a 20.45.42.pngBenvenuti a Verona. Giulietta e Romeo. Una storia d’amore è una formula originale per accogliere i turisti, sempre numerosi, presenti in città.

Il progetto esiste dal 2003 e si tratta della

realizzazione di un breve evento teatrale, una riduzione del famoso testo di Shakespeare, offerto gratuitamente ai turisti in visita al Cortile di Giulietta due volte al giorno alle 11.00 e alle 17.00 dal 6 al 25 luglio esclusi i lunedi.
La prima settimana la recita avverrà in lingua inglese, mentre la seconda e la terza in lingua italiana.Il progetto coinvolge coppie di giovani attori inglesi ed italiani, offrendo loro la possibilità di vivere un’esperienza unica, recitando le più belle scene del celebre dramma shakespeariano nella loro cornice ideale, dove la leggenda vuole che i due innamorati si siano realmente conosciuti ed amati per sempre.

Turisti o non turisti, perchè non dare un’occhiata?

 

Ryanair sbarca a Verona

ryanair-verona.jpgBuone notizie per i turisti e anche per l’aeroporto e l’intero indotto: Ryanair, la compagnia aerea low cost per eccellenza, è ormai pronta per fare di Verona la sua nuova base. I primi voli decolleranno il prossimo autunno e le prime mete previste Londra, Cagliari e Bruxelles, con la prospettiva comunque di ampliare ulteriormente il raggio d’azione.

E da Ryanair fanno sapere che: (fonte VeronaSera)

Poi la dirigente della compagnia low cost, che parla un ottimo italiano essendo per metà irlandese e per metà italiana, ha aggiunto scherzando: “Si può dire che quando arriviamo in un posto noi lo colonizziamo e ci espandiamo”. Infatti, l’intenzione del vettore è aggiungere annualmente almeno un paio di rotte: “Perché crediamo che Verona sia un bacino d’utenza importante. Sia situata in un posto strategico che serve anche le province vicine come Trento, Bolzano, Vicenza, Mantova e Brescia e che abbia grandi possibilità di crescita”.

Se son rose decolleranno 🙂

Rassegna presepi in Arena

presepi verona.jpgUn altro degli eventi tipici del Natale di Verona è senza dubbio la Rassegna Internazionale del Presepio nell’Arte e nella Tradizione ospitata dall’Arena, con l’altrettanto caratteristica stella cometa che fa capolino su piazza Brà. Da 26 anni ormai gli arcovoli dell’anfiteatro romano fanno da suggestivo scenario a questa esposizione decisamente speciale, con opere provenienti da tutto il mondo.

Per l’edizione 2009 il tema scelto sono gli Angeli e la loro iconografia; sezioni poi dedicate a lavori in cartapesta, alla tradizione veneta e alle realizzazioni delle scuole veronesi.

Il successo della mostra si è riscontrata già nella prima giornata, con un record di 2100 presenze.

Tutte le informazioni sono disponibili qui.

(credits foto: Presepiepresepi)

Natale a Verona

natale-verona.jpgDomani è il 1 dicembre ma l’aria del Natale si respira ormai ovunque. A Verona e provincia gli eventi collegati al periodo sono numerosi e, proprio per questo, è nato un sito che vuole raccoglierli e promuoverli: il nome non poteva essere che “Natale a Verona“.

Come spiegato nell’home page:

“Natale a Verona:” si propone di invitare a Verona nel periodo che precede il Natale e l’Epifania tutti coloro che desiderino trascorrere qualche giorno sereno ed alternativo alla scoperta del nostro territorio. Uno strumento per far conoscere cultura e sapori della  città citata da Shakespeare per consentire a fidanzati, famiglie, bambini e nonni uno spunto per trascorrere giornate sicuramente ricche di emozioni, cultura e sapori unici.

Il progetto è supportato da Comune, Provincia e molte altre realtà del territorio.

Che aggiungere? Sfogliatelo e trovate tante idee per il prossimo mese.

Turisti digitali a Verona

veronaround.jpgSmentitemi se potete: a Verona le “cose” da vedere per un turista sono tante, tantissime. E l’idea migliore è arrivare con un programma di massima per impostare la visita e per non rischiare di “perdere” qualcosa.

La tecnologia può aiutare: la Provincia mette a disposizione sul suo sito una serie di itinerari scaricabili e ascoltabili direttamente dal proprio lettore mp3/mp4 oppure da telefono/palmare. Audioguide molto dettagliate con informazioni, indicazioni stradali e molte altre notizie ideali per chi è alla scoperta della città.

Tra i percorsi a disposizione: Verona romana, scaligera, sacra, veneziana, austriaca più un itinerario breve per i più frettolosi.

Scaricate da qui.