2011 annata storica per l’Amarone

img virgilioblog.jpgL’anno appena concluso promette davvero bene per il vino Amarone, il re dei vini veronesi prodotto in Valpolicella. La vendemmia è stata eccezionale e grazie alle condizioni climatiche verificatesi nel 2011 la qualità della raccolta è stata eccellente, paragonabile alle storiche annate del 1988 e 1997. L’inverno trascorso è stato piovoso, l’estate calda con escursione termica giorno notte e l’ autunno caldo e secco, così sia la raccolta che l’essicazione sono avvenute in condizioni particolarmente favorevoli così il vino raccolto nel 2011 avrà contenuti zuccherini importanti e un buonissimo apporto di acidità.

Avremo quindi grandi vini, superiori alla media, anche se dovremo aspettare molti anni per poter assaggiare questo amarone in condizioni ottimali. Nel frattempo si potrà degustare il migliore amarone degli ultimi trenta, quarant’anni (dal 1980 al 2000) al prossimo Vinitaly 2012, esattamente il 27 marzo quando le dodici Famiglie dell’Amarone celebreranno il mito della Valpolicella con una degustazione.