Orti collettivi a Verona

Schermata 12-2456269 alle 12.05.14.pngIl MDF Verona sta programmando un percorso di formazione/informazione (gratuito) sugli orti collettivi per Gennaio/Maggio 2013. In dicembre sarà pronta la locandina con il programma. Nel frattempo si può partecipare al progetto spargendo la notizia a chi potrebbe essere interessato,  mettendo a disposizione un terreno o anche segnalandone uno disponibile.

Attualmente sono già stati identificati alcuni terreni in quartieri di Verona e in alcuni paesi del veronese.

In particolare a:
– Quinto di Valpantena (orto collettivo),
– San Michele (orto collettivo),
– Pescantina 1 (orto collettivo),
– Pescantina 2 (orto + ipotesi di frutteto)
– Parona (orto collettivo),
– Sopra Arbizzano (Piante officinali frutteto/oliveto)
– Rivoli Veronese (orto didattico),
– Bardolino (orto collettivo),
– Marano di Valpolicella (orto collettivo),

Un castello gonfiabile nel lago di Garda

Un castello gonfiabile in mezzo al lago di Garda: a metà tra l’impresa e la burla, tre ragazzi inglesi lo hanno utilizzato come originale imbarcazione. Simile a quelli in uso nei parchi giochi, è stato issato e calato in acqua: la “crociera” è poi durata 8 chilometri, tagliando a metà il percorso di una regata.

Una scena certamente particolare che ha attirato l’attenzione dei presenti e della Rete: ecco un video dell’accaduto

50° anniversario gemellaggio Verona – Monaco

maifest.pngForse non lo sapete ma Verona è gemellata a Monaco: non a caso è in pieno svolgimento “Maifest – festa bavarese” che ha portato in piazza Brà specialista tipiche della cucina d’oltralpe.

La ricorrenza del 50° anniversario del gemellaggio rende però questa edizione ancor più speciale e venerdì 14 l’intera giornata sarà dedicata a questo legame molto speciale. Incontri tra le autorità, festa, donazioni reciproche, convegni e una mongolfiera nel cielo di Verona.

Diciamo che non manca proprio nulla e se volete altre informazioni cliccate qui.

Notte al museo

notte-museo.jpgC’è sempre una buona scusa per tornare bambini: questa volta la tentazione viene dall’iniziativa Notte al Museo.
L’idea è stimolante: un viaggio notturno nel Museo di Scienze Naturali, con torce e sacchi a pelo, all’insegna del divertimento e della conoscenza. Il progetto è rivolto ai bimbi tra i 6 agli 11 anni.

Il prossimo appuntamento al buio è domani sera, con “Animali in costume”; le prossime tappe saranno il 19 marzo “Notte in Museo e… risveglio di primavera”, il 23 aprile “Una notte con un antico naturalista… Calzolari!“, il 14 maggio “Calendimaggio in museo” e infine il 4 giugno 2010 “Una notte a caccia nella savana“.

Tutte le informazioni presso l’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona.

Carnevali a Verona

carnevale-verona.jpgAnzi, carnevali a Verona: tirate fuori maschere e vestiti, è il momento di festeggiare.
La stagione delle sfilate è ormai in pieno svolgimento, in città e in tutta la provincia: il clou sarà naturalmente il Martedì Grasso, ma non dimentichiamo il Venerdì Gnocolar con il centro di Verona invaso dai carri e tutta la serie di eventi collegati.

Per non rischiare di perdervi neppure un appuntamento, guardate il calendario completo del Coordinamento Comitati Carnevaleschi.

E buon divertimento a piccoli e grandi!

 

Bentegodi, uno stadio ecologico

Un dato interessante al di là del lato sportivo: lo stadio Bentegodi di Verona è stato dotato di una nuova copertura composta da oltre 13.300 pannelli solari fotovoltaici. Una scelta significativa e un segnale importante: l’impianto permetterà infatti di produrre 1 megawatt di energia all’anno, energia completamente pulita, evitando contemporaneamente l’emissione di oltre 550 tonnellate di Co2 in atmosfera.

Altri numeri per meglio rendersi conto del progetto: 18.435 metri quadri la superficie coperta e 4 milioni di euro l’investimento richiesto.
E fuori dallo stadio alcuni display mostreranno, aggiornata, l’energia via via prodotta.

Eredità per Verona

comune.jpgNotizia curiosa ma sicuramente positiva: il Comune di Verona ha ricevuto in eredità una somma di 5 milioni di euro. O almeno così sembrerebbe, visto che è già nato qualche dubbio d’interpretazione.

Da testamento, l’ingegnere Hans Gunther Franco Kaminski, austriaco ma residente a Verona dal dopoguerra (deceduto nel dicembre 2008), ha lasciato la cospicua cifra in favore di poveri e anziani del comune. Un gesto di assoluta nobiltà.

L’intestazione effettiva del patrimonio sta però coinvolgendo Comune e istituzioni in uno sforzo di comprensione e accertamento: è giusto che le volontà vengano pienamente rispettate (vedi anche articolo sul quotidiano locale L’Arena).

Voi che ne pensate?

Rientro dalle vacanze

rientro.jpgPer molti, anche se non per tutti, oggi è il giorno di ritorno alla vita “normale” dopo le meritate vacanze.
Senza pretese di fare sondaggi o statistiche, voi che ci leggete dove siete andati di bello?

Vi siete ricordati di mandarci una cartolina? 🙂

Dai raccontateci

(foto credits: La Repubblica)

Webcam a Verona: dove?

webcam.jpgIn questo periodo estivo è più lecito del solito dedicarsi alla ricerca di curiosità e stranezze.
Oggi sto cercando le webcam attive a Verona.

La prima che ho trovato è quella che punta su Piazza Bra e Arena: uno scorcio nel pieno cuore della città. Se volete spiare cliccate qui.

Poi ho cercato altre risorse ma senza grossi risultati: alcune sul lago e in collina ma nel centro storico proprio no. Possibile? Datemi una mano a scovarle!

 

 

Matrimonio a Verona

sposami.jpgMerito di Giulietta e Romeo ma non solo, Verona è una delle città più romantiche e una cornice sempre ricercata dalle coppie di tutto il mondo.

E perchè non pensare allora di sposarsi proprio a Verona?
Devono chiederselo in molti, tanto che il Comune ha creato la risorsa online Sposami a Verona.

Il sito dà tutte le informazioni per valutare l’idea. Ad esempio le location disponibili: il balcone di Giulietta, la Loggia Barbaro, la Sala Arazzi e la Sala Guarienti. E poi i costi, i documenti richiesti, le date disponibili.

Se cercate qualcosa di davvero speciale per il vostro matrimonio..