Carnevale di Verona

Schermata 01-2456309 alle 12.14.08.pngL’origine del Carnevale di Verona risale al 1531, anno in cui una grave carestia portò la città sull’orlo di una rivolta popolare: i fornai, infatti, per il continuo aumento del prezzo della farina si rifiutarono di produrre e vendere il pane scatenando l’ira del popolo. Uno dei quartieri maggiormente coinvolto nella rivolta fu quello di San Zeno, allora il più popolato e povero della città. Per riportare la calma fu nominata una commissione di cittadini facoltosi tra cui TOMMASO DA VICO, che ebbe l’idea di distribuire gratuitamente al popolo, l’ultimo venerdì prima della quaresima, pane, vino, burro, farina e formaggio.
Nel suo testamento il Da Vico lasciò il volere di continuare questa tradizione: da quì la nascita del Venardi Gnocolàr, con riferimento agli gnocchi che vennero in seguito distribuiti in piazza. Proprio all’anno 1531 si fa risalire la nascita della maschera tradizionale del carnevale di Verona: il PAPA’ del GNOCO… questa antica origine rende il Carnevale di Verona e la sua maschera i più antichi d’Italia. Il piatto tipico del Carnevale veronese sono gli GNOCCHI, conditi con burro fuso e formaggio grattugiato oppure con un sugo al pomodoro. Ma anche a Verona, come nel resto d’Italia, il carnevale si festeggia soprattutto con i dolci: frittelle, galani, crostoli, frittole e favette.

I festeggiamenti per il carnevale raggiungono il loro apice con la GRANDE SFILATA dei carri allegorici che il venerdì gnocolar (l’ultimo venerdì prima della quaresima) attraversano le principali vie cittadine il sotto l’occhio attento di 100mila spettatori di ogni età.

Carnevale di Veronaultima modifica: 2013-01-16T14:53:08+00:00da VirgilioVerona
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento