Cosa fare a capodanno 2012 a Verona

img virgilioblog.jpgVi starete già chiedendo: quest’anno cosa faremo la notte tra il 2011 e il 2012? Ho raccolto un pò di eventi e li ho selezionati per darvi un pò di alternative:

  • Capodanno in Piazza Bra a Verona – un classico, un pò scontato, ma sempre di effetto. Quest’anno, dalle 22.30 concerto di Umberto Tozzi, musica, bridinsi e giochi pirotecnici dall’Arena. Ovviamente, come tutti gli anni, non si paga nulla per partecipare.
  • Capodanno al Palasport con Paolo Villaggio in “LA CORAZZATA POTEMKIN, UNA CAGATA PAZZESCA”. In questo caso i prezzi vanno da 28,5€ a 43€.
  • Al Teatro Nuovo ci sarà uno spettacolo di musica dal vivo e ballo tradizionale cubano con “Havana Song & Dance”, per chi preferisce qualcosa di diverso dal solito.

Feste Consigliate:

  • Se vi piace festeggiare in discoteca e siete in centro a Verona la soluzione più comoda (forse l’unica) è il Berfi’s Club. Ingresso dopo le 23.00 con 3 free drink a 30€
  • Se volete far festa sul Lago di Garda a Peschiera ci sono due feste, la prima al Caprice (discoteca 25€ con consumazione), la seconda al xxx Maggio, un bar del centro che per la notte di capodanno fa musica che va dal rock ai classici anni 80 (ingresso gratuito).

Piano parcheggi di Verona per il 2012

img virgilioblog.jpgL’anno prossimo si dovrebbero chiudere molti cantieri che da anni creano traffico e disagi per automobilisti, passanti e commercianti. In totale, se tutto va come da previsioni, saranno 800 i posti auto in più rispetto ad adesso e torneranno alla città alcune piazze e spazi pubblici ora coperti dall’attrezzatura dei cantieri. 

Ecco i parcheggi che saranno completati nel 2012 in centro a Verona:

  • Piazza Corrubbio a San Zeno – 220 postsi auto
  • Piazza Arditi – 120 posti auto
  • Lungadige Capuleti – 249 auto
  • Via De Lellis a Borgo Trento – 413 posti auto

Oltre a questi il piano parcheggi si prevede la realizzazione di importanti opere come il parcheggio da 400 posti all’Arsenale, lo scambiatore da 1.300 posti al Saval, quello da 700 posti a Verona est incluso nel Piano degli interventi e infine il mega impianto da 5.000 posti alla Genovesa.

Quali sono i regali sotto l’albero per Verona

img virgilioblog.jpgDopo la ristrutturazione del teatro Ristori, sotto l’albero di Natale quali sono i progetti che vorreste veder realizzati per Verona?

In ballo ci sono molti grandi investimenti e i soldi che girano sono purtroppo sempre meno. Uno dei più interessanti soprattutto per valorizzare la città e il turismo è la rivalutazione di tutti gli spazi attorno a Castel San Pietro tra cui il nuovo Museo di storia naturale. Qui è in progetto di far ripartire la funivia che porta in cima al colle e la sistemazione di tutti gli spazi verdi.

Altre cose in sospeso che vorremmo trovare sotto l’albero sono la Filovia, la rivalutazione degli spazi attorno agli ex magazzini Generali e altri interventi di minor rilievo.

La vigilia di Natale, auguri in musica

img virgilioblog.jpgIl Natale spesso lo si passa in famiglia, soprattutto in questi tempi di crisi molta gente si siederà a tavola a casa propria e festeggerà in modo tradizionale, dulcis in fundo con un pandoro allo zabaglione. 

Per la vigilia invece i ritardatari compreranno gli ultimi regali e qualcuno si troverà a brindare con gli amici. Se siete già in vacanza e volete passare qualche ora piacevole vi consiglio due eventi per farsi gli auguri con un pò di musica:

  • Il pomeriggio, al Mr. Gulliver in Via San Vitale, 7 (zona università), dalle ore 18.00 ci sarà un concerto in unplugged de “Le Pistole alla Tempia”, un live in versione “cantautorale” dalle atmosfere intense, una novità interessante del panorama musicale italiano.
  • Al Re Teodorico, vicino al piazzale di Castel San Pietro, ci sarà una cena di Natale con accompagnamento musicale. Suonerà il “Be-pop Trio”, con un repertorio dibrani pop-rockrivisitati in chiave jazz, da Battisti a Hendrix (inizio ore 20.00).

Tanti auguri a tutti i lettori!

Finiti i restauri del Teatro Ristori

img virgilioblog.jpgDopo molti anni di chiusura e di lavori torna alla città uno dei teatri più belli di Verona, il teatro Ristori. Questa piccola location fa parte dei teatri storici della città e assieme al Teatro Filarmonico e al Teatro Nuovo è uno dei capolavori dell’ottocento (1844) che contribuì a tenere desto l’interesse culturale di Verona anche durante i peggiori frangenti politici e militari. Ieri erano presenti le autorità cittadine per presentare la serata di inaugurazione ufficiale per il pubblico che si terrà il giorno 14 Gennaio quando andrà in scena “Romeo e Giulietta” con l’orchestra dell’Arena di Verona.

Tredicenne preso a sprangate

img virgilioblog.jpgVenerdì pomeriggio è successa una cosa che per una città civile è davvero grave. In via IV Novembre un ragazzo Srilankese è stato preso a sprangate e umiliato semplicemente perchè di colore da un gruppo di ventenni. Dopo i fatti di Firenze anche a Verona un caso che per fortuna si è concluso senza morti. Adesso la polizia sta visionando i filmati delle telecamere per individuare i colpevoli. Dispiace che al giorno d’oggi accadano ancora cose di questo tipo, dietro a comportamenti simili si nasconde un’ignoranza profonda, ancor più grave se chi fa cose di questo genere sono giovani i quali dovrebbero essere ormai abituati a vivere in una società multirazziale ricca di diversità. Speriamo solo che questo fatto non venga strumentalizzato come altre volte da qualcuno per dire che Verona è una città razzista. Non lo è.

Il settecento a Verona, la mostra continua

img virgilioblog.jpgLa mostra “Il settecento a Verona” è aperta già dal 26 novembre, ma continuerà fino al 9 aprile 2012. La location è una di quelle di maggior prestigio della città: il palazzo della Gran Guardia, a pochi metri dall’Arena. All’interno della mostra saranno visibili 150 opere provenienti da vari musei nel mondo, con tutti i principali autori veronesi di quell’epoca, da Gianbattista Tiepolo (con una ricostruzione del suo famoso Trionfo di Ercole andato distrutto durante la seconda guerra mondiale) a Pietro Antonio Rotari e Gianbettino Cignaroli, capaci di portare la loro arte nelle principali corti europee dell’epoca.

ORARI 
Tutti i giorni: 9.30-19.30
25 dicembre: chiuso
31 dicembre: 9.30-18.00
1 gennaio: 13.30-19.30 

PREZZI
Intero: 10,00 €
Ridotto: 8,00 € 
Ridotto speciale: 4,00 € (studenti scuole elementari, medie e superiori, disabili)
Gratis i bambini fino ai 6 anni e accompagnatori scolaresche/disabili
 

 

Verona in bicicletta – piste ciclabili

img virgilioblog.jpgUno dei post recenti riguardo la qualità della vita a Verona vede il capoluogo scaligero crescere nella classifica generale. Uno degli elementi che riguardano la vivibilità di una città è di sicuro la facilità di muoversi con mezzi di trasporto “puliti”. La bicicletta è quello per eccellenza. Come sono le piste ciclabili di Verona? La rete è spezzettata, buona in alcune zone, ma totalmente mancante in altre. In città esiste un’associazione che si chiama “Amici della Bicicletta”. Il loro programma descrive idealmente quella che dovrebbe essere la situazione futura di Verona per quanto riguarda questi spazi. Eccolo qui di seguito:

  • una rete di piste ciclabili, di qualità 
  • zone 30 e moderazione traffico
  • città permeabile alle biciclette
  • progettisti: attenzione ai ciclisti
  • contrasto del furto
  • i parcheggi
  • intermodalità
  • comunicazione
Dite la vostra sulla situazione attuale e su le proposte che potrebbero riguardare Verona.

I piatti tipici di Verona: gli gnocchi

 

img virgilioblog.jpgEcco il secondo post dedicato ai piatti tipici veronesi: gli gnocchi di patate. Si tratta di un piatto caratteristico del Carnevale veronese, la cui origine risale al 1531 quando dopo una grave carestia che colpì soprattutto il quartiere popolare di San Zeno (ora al contrario è uno dei più “ricchi”), per riportare la calma il Consiglio Cittadino fece distribuire al popolo, l’ultimo venerdì prima della quaresima, pane, vino, burro, farina e formaggio. Da questi ingredienti base nascono gli gnocchi.

Ingredienti:
1 kg di patate a pasta farinosa
1 uovo intero
300 g di farina 00
sale q.b

Per preparare gli gnocchi bisogna lavare e lessare le patate in acqua bollente, sbucciarle e passarle al setaccio; queste ultime vanno impastate assieme alla farina (precedentemente arricchita con l’ uovo e il sale). L’impasto va lavorato fino a che non è soffice aiutandosi con la farina per non farlo attaccare al piano, a questo punto serve formare dei piccoli filoncini di pasta alti un paio di centimetri che poi vanno tagliati in tanti pezzetti. A questo punto, si possono abbellire i pezzettini passandoli sul retro della grattuggia per “farli a puntini”. Infine versarli in acqua salata portata all’ ebollizione e pescarli appena emergono in superficie.

 

 

Banchetti di Santa Lucia in Piazza Bra

img virgilioblog.jpgCominciano domani, sabato 10 dicembre i tradizionali banchetti di Santa Lucia in Piazza Bra. Come ogni anno ci saranno stand enogastronomici, artigianali e spazi dedicati ai bambini. 

Santa Lucia è probabilmente la santa più popolare tra i più piccoli che ogni anno, durante la notte tra il 12 e il 13 dicembre ricevono i doni, un pò come avviene con Babbo Natale in altre città d’Italia nella notte della vigilia di Natale. 

La fiera di Santa Lucia durerà fino a martedì 13 e ogni giorno sarà aperta dalle 9.30 di mattina fino alle 23.00 ad esclusione del 13 in cui la chiusura sarà anticipata alle ore 20.00. 

Ci saranno delle restrizioni al traffico per cui se venite da fuori vi consigliamo di parcheggiare fuori dal centro e usare i mezzi pubblici per raggiungere piazza Bra (la piazza dell’Arena).